Le iniziative proposte dai Cral FITeL


Il Circolo Ravone organizza


dal 29 gennaio al 1 febbraio 2022

Valle d’Aosta

e la Fiera di Sant’Orso


Viaggio nella splendida Valle D’Aosta, si visiteranno le principali bellezze della regione, tra le quali il centro storico di Aosta, borghi medievali e castelli, Courmayeur e la Fiera di Sant’Orso, che raccoglie il meglio della produzione artigianale valdostana.

 

Accompagnerà il gruppo Maria Dolores.

Per ulteriori informazioni, rimandiamo all’allegato.

Iscrizioni aperte fino a raggiungimento del numero massimo di partecipanti.

Per prenotazioni: 

Segreteria Circolo Ravone

Largo B. Nigrisoli 2

40133 – BOLOGNA BO

Tel. 051 6478495 – Fax 051 6478327

www.circoloravone.it

circolo.ravone@ausl.bologna.it

 

Programma Valle Aosta.pdf

Il Circolo Ravone propone

Visto il grande successo e le tante richieste,

                        vi proponiamo un’altra data per la visita guidata a Ravenna:

 

Sui passi di Dante

visita guidata alla città di Ravenna

Sabato 27 novembre

 

con la guida d’eccezione Virna Comini.

In allegato trovate il programma completo.

 

Alcuni dati tecnici:

-         Ritrovo ore 9,45 alla stazione dei treni di Ravenna; rientro in serata;

-         Trasporto proprio

-         Costo: 30,00 euro comprensivi di ingressi, radioguide e visita guidata

-         Gruppo di max 15 persone

-         Accompagna Maria Cristina

con Virna Comini – guida d’arte

PROPOSTA GIORNATA INTERA A RAVENNA:

Ritrovo ore 9,50 a Ravenna Stazione FS. Da lì iniziare la nostra passeggiata visitando la Chiesa di San Giovanni Evangelista dove potremo concentrarci sul personaggio storico di Galla Placidia che ne ha voluto la costruzione. È il prototipo della tipica chiesa ravennate che ci consentirà di affrontare il tema della subsidenza fortemente sentito in zona.

Visiteremo Sant’Apollinare Nuovo mettendo a fuoco la figura di Teodorico e vedremo il magnifico ciclo di mosaici realizzati in due tempi molto diversi tra loro dal punto di vista concettuale.

Giungeremo nella zona dantesca: questa area, risistemata negli anni 1933 – 1936, comprende un complesso di monumenti interessanti, resa ancor più illustre dalla presenza della tomba del Sommo Poeta, morto a Ravenna la notte fra il 13 e il 14 settembre del 1321.

Attraverseremo la Piazza del Popolo, famoso luogo di ritrovo cittadino, dove vedremo la residenza dei Da Polenta, Signori di Ravenna e mecenati di Dante.

Passando nella strada dello shopping raggiungeremo la famosa Basilica di San Vitale, uno dei monumenti più importanti dell'arte paleocristiana in Italia. L'edificio, capolavoro dell'architettura ravennate, combina elementi architettonici romani (la cupola, la forma dei portali, le torri) con elementi bizantini (l'abside poligonale, i capitelli, la costruzione in mattoni, ecc.). Ma ciò che colpisce maggiormente è il superlativo ciclo di mosaici che decorano la parte absidale.

Dalla Basilica passeremo all’adiacente edificio: il Mausoleo di Galla Placidia. Esternamente è molto semplice e modesto, soprattutto se confrontato con la ricchezza della decorazione musiva interna, resa ancora più splendente dalla luce dorata che filtra attraverso le finestre di alabastro.

Ore 13,15 Sosta per il pranzo

Ore 14,45 Riprenderemo la nostra visita andando alla Cattedrale cittadina realizzata da Gianfranco Buonamici nel XVIII secolo, che ricalca la planimetria dell’antica cattedrale, dedicata alla Santa Resurrezione. Da vedere all’interno la Cappella del Santissimo Sacramento che conserva affreschi di Guido Reni, e la Cappella della Madonna del Sudore dove si trova un’immagine di una Madonna miracolosa e alcuni sarcofagi bizantini di grande pregio.

Nell’adiacente Palazzo Arcivescovile visiteremo il museo arcivescovile.

Il percorso espositivo è molto suggestivo, poiché si alternano in esso ambienti storici, reperti archeologici e opere d'arte di grande valore. Avrete emozionanti sorprese: la Cappella Arcivescovile di Sant'Andrea, costruita come oratorio privato da Pietro II, vescovo di Ravenna (494 - 519), e decorata con splendidi mosaici dell'inizio del V secolo e la Cattedra vescovile di Massimiano. È un trono episcopale con struttura in legno ricoperta di placchette in avorio, probabilmente realizzato a Costantinopoli per il primo arcivescovo di Ravenna, Massimiano (546-554). La ricchezza della sua decorazione e la rarità di una tale tipologia di arredamento la rendono un esemplare eccezionale di scultura paleocristiana in avorio.

Uscendo vedremo il Battistero Neoniano del V secolo, dall’interno mosaicato con il Battesimo di Cristo e apostoli.

Costo: 30 euro persona

Segreteria Circolo Ravone

Largo B. Nigrisoli 2

40133 – BOLOGNA BO

Tel. 051 6478495 – Fax 051 6478327

www.circoloravone.it

circolo.ravone@ausl.bologna.it